Blocco Cemento

Il blocco di calcestruzzo vibrocompresso è un elemento di forma parallelepipeda. Viene prodotto industrialmente, forato o pieno, e può essere impiegato per la costruzione di murature (portanti o non portanti), di rivestimenti o divisori.

I blocchi in calcestruzzo si dividono in quattro differenti tipologie:

blocco da Intonaco: destinato, una volta in opera, ad essere rivestito con intonaco e pertanto dotato di superfici adeguatamente scabre.

blocco faccia vista per interno: destinato a rimanere in vista una volta posato in opera. Avrà specifiche caratteristiche estetiche, cromatiche ed un’omogeneità di tessitura superficiale.

blocco faccia vista per esterno: destinato all’utilizzo in pareti esposte agli agenti atmosferici senza intonaco. Avrà specifiche caratteristiche estetiche, cromatiche ed un’omogeneità di tessitura superficiale.

blocco splittato : destinato a rimanere in vista una volta posato in opera. E’ dotato di facce con superficie piena, ottenuta a “spacco” rompendo un elemento intero in fase di produzione. Questa rottura avviene secondo uno o più piani prestabiliti.

Esistono poi differenti forme dei blocchi in calcestruzzo, sia da intonaco che faccia vista. Possono essere così riassunte:

blocco di forma normale: generalmente parallelepipedo salvo che per piccole variazioni, ad esempio in corrispondenza del corrimalta.

blocco cassero: predisposto per essere riempito, una volta in opera, da un getto di calcestruzzo, eventualmente armato, per realizzare setti verticali.

blocco multicamera: presenta costole parallele alla faccia che delimitano più file di fori.

 

 

VERIFICA DEL PIANO DI FONDAZIONE

È necessario verificare inizialmente lo stato del piano di posa.
Quest’ultimo deve essere perfettamente livellato per non pregiudicare l’allineamento dei corsi. Naturalmente deve essere preparato in maniera tale da sopportare il carico della struttura muraria in costruzione. Se la struttura lo prevede, si decide il passo degli irrigidimenti verticali ricavati all’interno della muratura, in cui vengono posizionati i ferri di richiamo che partono dalle travi portamuro.

Ferri di richiamo

Se non già previsti, si può procedere facendo i fori nel piano di posa fissando le chiamate di ripresa con resine o malta di inghisaggio. Le riprese vanno eseguite in corrispondenza delle nervature verticali previste nella muratura.

 

BLOCCHI CEMENTO

PESO Kg CAD

SPESSORE LUNGHEZZA ALTEZZA FORI
BLOCCO DA 12 12 11 20 4 13
BLOCCO 20X40 2F 20 40 20 2 15,5
BLOCCO 20X40 6F 20 40 20 6 21
BLOCCO 20X50 20 50 20 3 19
BLOCCO 25X40 25 40 20 6 26,5
BLOCCO CASSERO 25 50 20 1 20

Voce di Capitolato

Fornitura e posa in opera di blocchi per murature e corree per architravi realizzati in calcestruzzo vibrato. I blocchi e le corree saranno prodotti mediante tecnologie che consentano il confezionamento di un calcestruzzo altamente compatto, impermeabile e dotato di elevata durabilità.

 

SCHEDA TECNICA